Impediamo all'ONU di smantellare la libertà religiosa

Petition rivolta a: H.E. Elisabeth TICHY-FISSLBERGER - Presidente del Consiglio per i Diritti Umani

 

Impediamo all'ONU di smantellare la libertà religiosa

0500.000
  238.343
 
238.343 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 500.000 firme.

Impediamo all'ONU di smantellare la libertà religiosa

Un Relatore Speciale delle Nazioni Unite ha scritto un rapporto che si occupa delle credenze e dei valori religiosi tradizionali riguardanti la vita, il matrimonio e il sesso biologico.

Nel suo rapporto, il Relatore speciale sulla libertà di religione o di credo, Ahmed Shaheed, ha scelto di promuovere un'agenda controversa che include l'aborto e i diritti LGBT+, argomenti non in linea con le convinzioni delle religioni non violente, rispettose della legge e dei loro fedeli. Così facendo, accusa le istituzioni religiose e coloro che ne aderiscono di discriminazione.

Il rapporto arriva a suggerire un ruolo più ampio per lo Stato nelle questioni dottrinali qualora un'istituzione religiosa presenti "norme discriminatorie dannose per il genere". Arriva a criticare i credenti religiosi in Africa che si oppongono all'introduzione di libri scolastici che promuovono l'omosessualità".

In un momento in cui l'80 per cento della popolazione mondiale si trova ad affrontare forti restrizioni alla libertà religiosa, l'Onu dà il tempo - e un microfono - ad un uomo che si impegna a minare ulteriormente la libertà di religione o di credo.

Firma la petizione per dire al Presidente del Consiglio per i diritti umani e al Segretario generale delle Nazioni Unite di destituire Ahmed Shaheed.

+ Letter to:

Firma subito questa petizione!

 
Please enter your first name
Please enter your last name
Please enter your email
Please enter your country
Please enter your zip code
Per firmare seleziona una voce:
Trattiamo i tuoi dati personali in conformità con la nostra Informativa sulla privacy e ai nostri Termini di servizio.Firmando la presente accetta i Termini di Uso e la Policy della Fondazione CitizenGO, e accetta di ricevere in futuro altre comunicazioni sulle nostre attività e campagne. Può ritirare il consenso prestato in qualsiasi momento e senza alcun impegno. Grazie.

Immediate dimissioni di Ahmed Shaheed

A S.E. Elisabeth Tichy-Fisslberger - Presidente del Consiglio per i diritti umani
e a S.E. Antonio Guterres - Segretario Generale delle Nazioni Unite

Sono preoccupato per il rapporto del febbraio 2020 presentato al Consiglio per i diritti umani da Ahmed Shaheed, relatore speciale sulla libertà di religione o di credo.

Il mandato di Shaheed è quello di promuovere il diritto alla libertà di religione o di credo, un diritto fondamentale riconosciuto dalla Dichiarazione universale dei diritti umani delle Nazioni Unite, articolo 18:

"Ogni individuo ha il diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione ... di manifestare la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nella pratica, nel culto e nell'osservanza".

Invece di concentrarsi sulle violazioni della libertà religiosa riconosciute a livello internazionale, il Relatore Speciale ha scelto di promuovere gli obiettivi politici controversi dei comitati per i diritti umani delle Nazioni Unite in materia di aborto, orientamento sessuale e identità di genere.

Il relatore speciale accusa i credenti di discriminazione se si oppongono all'aborto, alla ridefinizione del matrimonio e allo smantellamento delle distinzioni di sesso e genere biologicamente immutabili tra maschi e femmine. Lo fa attraverso una tormentata interpretazione del genere e dell'uguaglianza di genere.

Come persona di fede, è difficile conciliare il fatto che una persona incaricata di proteggere la mia libertà religiosa la stia in realtà minando.

Esigo le immediate dimissioni di Ahmed Shaheed da Relatore Speciale sulla libertà di religione o di credo: il suo programma è incompatibile con la libertà religiosa.

[Il tuo nome]

Impediamo all'ONU di smantellare la libertà religiosa

Firma subito questa petizione!

0500.000
  238.343
 
238.343 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 500.000 firme.